Ciao, cosa vuoi cercare?

Scienza

Stile di vita e rischio cardiovascolare

Come possiamo prendeci cura della nostra salute? Cosa ci consiglia l’OMS?

“La salute non è tutto ma senza salute tutto è niente”

La salute è il frutto del nostro stile di vita, delle nostre abitudini quotidiane, di tutti quei piccoli gesti che ogni giorno compiamo e che descrivono quanto ci prendiamo cura di noi stessi, o, a volte, quanto ci dimentichiamo di farlo. 

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità circa il 31% della popolazione mondiale muore di eventi cardiovascolari, soprattutto ictus ed infarto. La maggior parte di questi può essere prevenuta correggendo quei comportamenti ritenuti rischiosi e dannosi per la nostra salute. Prima ancora di qualunque terapia farmacologica infatti, condurre un corretto stile di vita è la più efficace arma che possediamo per prevenire e combattere malattie come diabete, ipertensione, obesità e per ridurre i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

Uno stile di vita sano è fatto di pochi e semplici accorgimenti, adottati in maniera costante.
Scopriamoli insieme. 

Controllo del peso corporeo. 
Per capire se il nostro peso corporeo sia o meno ottimale, occorre valutare due parametri: il BMI e la circonferenza della vita.

Il BMI, ovvero “Indice di Massa Corporea”, si calcola con una semplice formula: Peso diviso il quadrato dell’altezza.
Ad esempio, se una persona pesa 80 kg ed è alta 1,80 m, il suo BMI sarà: 80Kg/(1,802) = 24,7 kg/m₂. A seconda del valore di BMI, ogni soggetto rientra in una specifica categoria:

BMI 18, 5-25: NORMOPESO

BMI 25-30: SOVRAPPESO

BMI 30-35: OBESITÀ DI I GRADO

BMI 35-40: OBESITÀ DI II GRADO

BMI >40: OBESITÀ DI III GRADO


La circonferenza della vita è un parametro che misura la quantità di grasso viscerale, o grasso addominale, ossia la componente di massa grassa che maggiormente incide sul rischio cardiovascolare. Il valore limite che sarebbe auspicabile non superare è di 89 cm per le donne e 102 cm per gli uomini.

Link al video spiegazione.


Attività fisica. 
Non è necessario essere degli atleti per restare in salute: bastano 30-40 minuti di attività aerobica per 3 volte a settimana. Per attività aerobica si intende un esercizio costante, duraturo, ripetitivo e di intensità moderata, come fare jogging, nuotare, fare la cyclette o camminare velocemente.

Alcool.
Le raccomandazioni internazionali consigliano 1-2 unità alcoliche al giorno per le donne, 2-3 per gli uomini, considerando che un’unità alcolica corrisponde circa ad un bicchiere di vino.

Fumo. 
In questo caso, non esiste un compromesso, non esiste un numero di sigarette considerato accettabile.

“ Ma, mio nonno ha 90 anni, ha sempre fumato ed è sano come un pesce!”.  

I fattori di rischio non sono causa certa di patologie cardiovascolari, ma aumentano la probabilità di ammalarsi. Anche attraversare bendati in autostrada non ci dà la certezza che verremo investiti, ma nessuno di noi rischierebbe, perché farlo con la nostra salute?

Sonno
Dormire poco e male influisce negativamente sul metabolismo, sul controllo del livello di zuccheri nel sangue e aumenta l’appetito. È importante perciò dormire almeno 7 ore al giorno nella fascia oraria tra mezzanotte e le 8 del mattino, in un ambiente pulito, silenzioso e confortevole.

Dieta
Il termine dieta viene spesso usato impropriamente ed associato, nell’immaginario comune, a restrizioni, divieti e rinunce. Più che di dieta infatti bisognerebbe parlare di stile alimentare, dove non esistono regole o imposizioni, piuttosto sane abitudini.
Il miglior stile alimentare si basa sulla varietà: non esistono cibi nocivi o demoniaci, il segreto è tutto nelle giuste quantità. Seguire una sana alimentazione significa perciò prediligere alimenti ricchi di fibre, vitamine e proteine come la frutta, la verdura e i legumi. Da limitare invece l’assunzione di grassi animali, che possono aumentare i livelli ematici di colesterolo cosiddetto “cattivo” e l’eccessivo consumo di sale, che può causare un accumulo di liquidi nel nostro corpo ed innalzare i valori della pressione arteriosa. Per insaporire i nostri cibi senza danneggiare la nostra salute è sufficiente un cucchiaino da tè di sale al giorno. 

Periodici controlli
La saggezza popolare recita: “Prevenire è meglio che curare”. Prendiamoci cura di noi stessi: in fondo, è proprio con noi stessi che passeremo il resto della nostra vita!

Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti...